Attrezzatura

Per giocare a paddle l’attrezzatura è praticamente uguale a quella del tennis: le scarpe devono essere scelte in funzione della superficie su cui normalmente si gioca (ad esempio se si gioca quasi sempre su sintetico vanno bene delle scarpe con suola liscia, se si gioca su cemento la suola deve essere più resistente e non completamente liscia, se si gioca su erba invece la suola deve essere liscia in modo da non rovinare il campo ma anche molto aderente) e anche del tipo di protezione (posteriori, laterali e frontali) che offre, essendo il paddle uno sport ad alta intensità e che quindi sottopone il piede e la caviglia a forti sollecitazioni.

L’abbigliamento è il medesimo del tennis. Conviene indossare magliette a maniche corte per non impedire i movimenti delle braccia, ma in gara non sono consentiti indumenti smanicati. Inoltre la coppia di giocatori deve indossare vestiti dello stesso colore. Si può valutare l’acquisto di capi elasticizzati che, per le loro caratteristiche, permettono ai muscoli di riscaldarsi più velocemente, o di scaldamuscoli.

L’unica attrezzatura peculiare del paddle è la racchetta, che dà il nome allo sport: è infatti simile ad una pagaia (“paddle” in inglese), a piatto solido (non fatta di corde intrecciate come nel tennis) e bucherellata per dargli maggior leggerezza. La lunghezza totale della racchetta non potrà superare i 45,5 cm, distribuiti fra impugnatura (lunghezza massima 20 cm, spessore massimo 50 mm) e testa. La testa può essere larga al massimo 26 cm e spessa al massimo 30 mm. La racchetta deve infine essere dotata obbligatoriamente di un laccio non elastico, lungo al massimo 35 cm, per attaccarla al polsino ed evitare che questa divenga pericolosa per gli altri giocatori.

All’interno di queste caratteristiche di base trova posto una grandissima varietà di racchette, che si differenziano fra di loro per fattori quali: i materiali utilizzati, esterni (in genere fibra di vetro o di carbonio) ed interni (EVA o Foam), il bilanciamento, il peso, la forma della testa (a diamante, a lacrima o rotonda), le caratteristiche della superficie di impatto (liscia o rugosa).